4 motivi per usare il dolcificante naturale

Sono moltissimi gli studi in ambito medico che mettono alla luce i danni causati dallo zucchero, dal rischio di malattie cardiache e cardiovascolari, tumori e il diabete.

Vediamo perché è bene limitare l’assunzione di questo dolce nemico della salute e scegliere invece un dolcificante naturale a ZERO calorie e ZERO indice glicemico come sweeto.

Basta osservare la moltitudine di bustine di zucchero e di dolcificanti messe a disposizione sui banconi dei bar, per rendersi conto della grande confusione che ogni consumatore si trova a vivere ogni qual volta desideri addolcire l’amaro del proprio piacere quotidiano: il caffè.

Ebbene, quest’ampia, forse eccessiva, varietà trova ragione in un assunto: il saccarosio, il classico zucchero da tavola fa male alla salute!

Stiamo parlando proprio di quel cristallo bianco che piace a tutti, l’ingrediente da sempre utilizzato in cucina dalle nostre nonne per la preparazione dei dolci preferiti in famiglia, lo stesso che abbiamo sin da piccoli mangiato in zolletta o con il cucchiaino.

Recenti studi condotti da ricercatori e da università di tutto il mondo affermano che i danni derivanti dal consumo dello zucchero tradizionale per l’organismo siano molteplici (una lista dei ben 77 danni che lo zucchero può causare alla salute redatta dalla Dott.ssa Nancy Appleton, autrice del libro “Lick the Sugar Habit”) come obesità, diabete, ma anche il significativo incremento del rischio d’insorgenza di alcuni tumori.

Lo zucchero si trova ovunque: nei prodotti dolciari, come intuibile, ma anche in molti prodotti salati (ad esempio il ketchup) e persino in alcune medicine ed integratori!

Le alternative proposte ed esposte sui banconi dei supermercati sono perlopiù prodotti che non soddisfano appieno il consumatore.

Esse sono molteplici ma spesso, chi fa la spesa, seppur attento al benessere, non conosce i reali benefici e i relativi “compromessi” legati all’uso delle alternative allo zucchero tradizionale.

Ancora, non viene valorizzato, come dovrebbe, l’uso di quella che è la soluzione alternativa più salutare e benefica per il nostro organismo: il dolcificante naturale, le cui confezioni, solo di recente, iniziano ad essere presenti su alcuni banconi.

Cerchiamo dunque di far luce su una questione molto importante per il nostro benessere e per la salute di tutti i componenti delle nostre famiglie, siano essi bambini o anziani, donne o uomini, persone attive o sedentarie: cerchiamo di capire il perché preferire il dolcificante naturale (nota bene: naturale!) allo zucchero tradizionale scoprendo quali sono le caratteristiche che ne fanno un prodotto ideale.

1. Indice glicemico pari a ZERO

Una delle più importanti caratteristiche di sweeto è il fatto di avere un indice glicemico inferiore a quello dello zucchero (uguale a ZERO).

Cosa significa questo? Se l’indice glicemico di un cibo è pari a zero esso non aumenta la glicemia: ne consegue che sweeto possa essere utilizzato da tutti coloro che soffrono di diabete mellito, sia di tipo 1 che di tipo 2!

Più basso è l’indice glicemico, meno si alza il livello di zuccheri nel sangue, meno insulina viene prodotta dal pancreas e rilasciata nel circolo sanguigno per riportare i livelli di zucchero nel sangue nelle giuste proporzioni.

Un’inferiore produzione di insulina è anche correlata a una minore incidenza di tumori, perché assieme ad essa viene prodotto un fattore di crescita che può favorire l’insorgenza del cancro!

Dunque, utilizzare un dolcificante a zero indice glicemico fa bene alla salute in più modi: può essere utilizzato da chi ha il diabete e non ne favorisce né la comparsa né il peggioramento, ma anche ci protegge da una delle possibili cause di insorgenza tumorale.

2. Genuinità: sweeto è anche “vegan friendly”

La derivazione dei componenti del dolcificante deve essere naturale e non di sintesi, questo vuol dire che gli ingredienti del dolcificante devono venire da piante o vegetali e non essere creati in un laboratorio chimico.

Inoltre è molto importante che anche la lavorazione delle materie prime venga eseguita nel rispetto della preservazione delle caratteristiche originali degli ingredienti base.

È risaputo che lo zucchero raffinato viene trattato chimicamente – così come alcuni comuni dolcificanti – ma anche lo zucchero di canna spesso viene trattato!

Come capire se un prodotto è genuino? Leggere le etichette, controllare che gli ingredienti siano di origine naturale, vedere che non ci sia aggiunta di aromi o coloranti artificiali, né di conservanti… in altri termini verificare che sia davvero “vegan friendly“!

3. Sweeto è adatto a tutti, anche ai celiaci

Di recente le intolleranze alimentari fanno parecchio parlare di sé.

Le restrizioni alimentari come quella dovuta all’intolleranza al glutine/ celiachia (che spesso si associa al diabete mellito) interessa molti individui rendendo a volte parecchio impegnativo scegliere quale cibo mangiare.

Il dolcificante naturale aggira queste problematiche a monte, in quanto è privo di glutine.

Nessun celiaco dovrà rinunciare alla dolcezza quando preparerà una torta gluten free fatta in casa se utilizzerà un dolcificante naturale adatto anche alla cottura in forno. Libertà di sentirsi bene…tentazioni incluse!

4. Il potere dolcificante dolcificante di sweeto

Chiunque intenda preparare un dolce sano, senza rinunciare al gusto, ha da tempo cercato di utilizzare prodotti alternativi allo zucchero bianco.

Le difficoltà incontrate però sono molte! Il miele e l’agave sono prodotti liquidi con indice glicemico e contenuto calorico elevato, ma soprattutto non rispettano un rapporto paritario con lo zucchero in quanto a capacità di dolcificare.

L’aspartame, dolcificante chimico, ha una dolcezza di 200 volte superiore a quella dello zucchero tradizionale, perciò, anch’esso in cucina altera le ricette non rispettando i quantitativi delle ricette stesse. Medesimo problema di “effetto massa” ha la stevia pura che ha un potere dolcificante superiore allo zucchero di ben 300 volte.

Sweeto presenta un potere dolcificante equivalente a quello del comune saccarosio permettendo al consumatore di utilizzarlo in tutte le ricette proprio come se fosse zucchero normale.

5. Sweeto è ideale per sportivi e amanti del benessere

I dolci, in genere, non vengono “vissuti” con serenità, soprattutto da chi è attento alla linea ed al benessere, anche a fronte di un forte desiderio.

Non solo per l’indice glicemico, ma anche a causa del contenuto calorico, solitamente elevato dovuto all’utilizzo dello zucchero tradizionale.

Il dolcificante naturale, invece, presenta un potere calorico pari a zero. Questo si traduce in: meno sensi di colpa quando si pecca di gola ed addirittura zero sensi di colpa se si dolcifica il proprio caffè.

Finora abbiamo sempre fatto riferimento al termine “dolcificante naturale“, al fine di chiarire i benefici correlati al consumo dello stesso.

È bene però precisare che non tutti i dolcificanti naturali sono uguali. Quale scegliere dunque? Lo scopriremo a seguire.

NON PERDERTI IL PROSSIMO ARTICOLO!

Come scegliere il dolcificante più genuino e salutare in un mare di offerte

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *