Franco Berrino, direttore del dipartimento dell’Istituto Nazionale dei Minori di Milano nel settore Medicina Preventiva e Predittiva: “gli alimenti ad alta densità calorica sono quelli che contengono molto grasso e zucchero. Questi alimenti, come merendine, biscotti da colazione, fiocchi di cereali zuccherati, e così anche le bevande zuccherate, fanno ingrassare e alterano il nostro ambiente endocrino facendo aumentare l’insulina. Queste alterazioni alla lunga fanno aumentare il rischio di ammalarsi di tumore e di varie altre malattie croniche che affliggono le popolazioni ricche”.

Come evitare il problema una volta per tutte

A causa del suo notevole apporto calorico, il consumo eccessivo di zucchero può, dunque, contribuire a determinare quadri patologici molto tristi come sovrappeso, obesità, per non parlare della carie dentale e del rischio di maggiore esposizione al diabete mellito.

Per risolvere questo annoso problema negli ultimi anni l’industria alimentare si è, fortunatamente, prodigata con apprezzabile impegno nella ricerca e nella messa in commercio di dolcificanti naturali o di sintesi con potere dolcificante pari o superiore a quello del comune zucchero da tavola, ma con un contenuto calorico nettamente inferiore.

Il consumo di questi dolcificanti, inizialmente ritenuti in grado di limitare l’innalzamento della glicemia in pazienti diabetici, ha raggiunto picchi impensabili, tuttavia, come abbiamo spiegato in precedenti articoli, essi non sono del tutto sani.

Una brutta notizia questa per molti che si sono gettati nei famosi prodotti light e nelle terapie dietetiche ipocaloriche. Tra lo zucchero di canna e quello di barbabietola ad esempio, non vi sono differenze in termini di calorie, essendo entrambi costituiti da saccarosio quasi al 100%.

E, ancora, la stevia, anch’essa nel trend del momento, in moltissimi casi non è lavorata a livello industriale come dovrebbe, con tutti i limiti che ne derivano.

Ma c’è di più: il consumo di essa, previa numerosi controlli, è risultato anche controproducente a livello dell’intestino.

La risposta a questo allarmante scenario ce la dà Sweeto: il dolcificante naturale al 100%, con potere calorico pari a zero e completamente privo di potere glicemico.

Un prodotto unico al mondo che segna la fine dell’utilizzo dei dolcificanti artificiali e di quelli naturali ma, al tempo stesso dannosi.

Un nuovo passo in avanti nella tutela della salute e del benessere. Era ora!

Facciamo del benessere il nostro stile di vita. Scegliamo Sweeto.

NON PERDERTI IL PROSSIMO ARTICOLO

Insulino-Resistenza E Grasso Addominale: Tutta Colpa Dello Zucchero

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.